giovedì 21 settembre 2017

Cellula melodica #109

– Ma che cos'è adesso questa storia della Cellula melodica #109!? Il Carnevale della Matematica 109 è passato da un pezzo!
– Eh, sì, ma grazie a una conversazione con Zar, che poi ha anche prodotto l'evento eccezionale del Carnevale della Matematica #111 e mezzo, mi sono reso conto che una carenza delle cellule melodiche poteva essere colmata almeno per un po' di tempo e di edizioni.
– Che significa?
– Durante quella conversazione in cui ho spiegato a Zar il funzionamento delle cellule melodiche lui mi ha chiesto: "E come fai coi numeri primi grandi? Sali di ottava?"
– E quindi?
– Non capisci?! È l'uovo di Colombo.
– Ah, forse ho capito. Per i numeri primi grandi avevi esaurito le note e ora hai deciso di salire di ottava per colmare quelle lacune. Ma poi arriverai a un punto in cui dovrai comunque fermarti, no?
– Beh, sì, ma per ora, aggiungendo l'ottava successiva, possiamo arrivare fino al Carnevale 139. Altri ventotto carnevali! Più di due anni. Poi vedremo se passare ad altre ottave...
– Scusa se te lo chiedo, ma perché non ci avevi pensato prima?
– È quello che mi chiedo pure io. Comunque: grazie mille Zar! Per qualche anno non avremo più lacune melodiche.

venerdì 15 settembre 2017

Carnevali della Matematica #111 e #111 e mezzo

– Che cosa!? Due Carnevali della Matematica nello stesso mese e uno dei due ha un numero frazionario!? Ma non è mai successo prima!
– Ehm, è colpa mia. Siccome sono arrivato imperdonabilmente in ritardo, Zar ha deciso di punirmi con un carnevale speciale.
– Eh!?
– Scherzo, in realtà sono incredibilmente onorato. Un carnevale speciale e unico tutto per Pitagora e dintorni! Un onore irripetibile!
– Ma dove si trovano questi due Carnevali della Matematica?
– Qui: Carnevale della Matematica #111 e Carnevale della Matematica #111 e mezzo.
– E tu con che cosa hai contribuito?
– Con la cellula melodica...

– E... Ecco come ne dialoga Zar.

“Argh! Ma di chi è stata l'idea?”.

“Di Flavio Ubaldini, che è arrivato in ritardo per il Carnevale 111. E quindi ecco qua il Carnevale numero 111.5, primo della sua stirpe, il Carnevale Frazionario”.

“L'ho già detto che siete pazzi. E tutto questo per una cellula melodica?”.

“No, ci sono anche i contributi di Flavio, che non erano stati inseriti nel vecchio Carnevale”.

“Vecchio! È di stamattina! E quali sono questi contributi di Flavio?”.

“In realtà il suo contributo è un libro, che si intitola Il mistero del suono senza numero. Sul suo blog Flavio ha raccolto alcune recensioni, eccole qua”.

L'amore ai tempi di Pitagora.

Fatevi un favore: regalatevi questo libro, in special modo se la matematica non vi è mai piaciuta.

Musica e matematica: un connubio perfetto!

Presentazione del libro a Crotone, la città del protagonista.

Presentazione del libro ad Arce.

Ah, per quanto riguardala prossima edizione: la 112, del 14 ottobre 2017 avrà come nome in codice  “canta melodioso, canta, canta, canta” e sarà ospitata da MaddMaths! ”.

venerdì 8 settembre 2017

Presentazione de "Il mistero del suono senza numero" ad Arce

Ecco una raccolta di foto e di impressioni dalla presentazione di Arce del 7 settembre.

Sono rimasto molto soddisfatto e ho ricevuto molti complimenti. Addirittura una giovane diciassettenne, che nei mesi precedenti era stata invitata più volte da suoi familiari a leggere il libro e che si era sempre rifiutata di farlo, mi ha detto che la presentazione l'ha incuriosita molto e che ora lo leggerà.

Ma il successo più grande lo ha avuto la risposta alla domanda finale, quella sui rapporti tra musica e matematica. Per concludere la risposta ho commentato il video del Canone 1 dell' Offerta musicale di Bach. Quello in cui vengono applicate operazioni geometriche al pentagramma, fino alla trasformazione in nastro di Möbius.
Inaspettatamente, il video commentato ha avuto un forte impatto pure su persone impreparate in fatto di musica e matematica. Mi sono guadagnato un applauso scrosciante a scena aperta.


Un ringraziamento particolare va al sindaco e a Dario de Palma per l'organizzazione e a Emanuela Patriarca, Massimo De Santis e al prof. Mario Forte per le domande, le letture e l'introduzione.

sabato 2 settembre 2017